Verona - Circolazione limitata per i veicoli più inquinanti: deroghe

Comune di Verona – Deroghe al divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti 2017-2018

Sono escluse dal divieto, e quindi possono circolare, le seguenti categorie di veicoli:

  1. veicoli ad emissione nulla, cioè con motore elettrico
  2. veicoli equipaggiati con motore ibrido elettrico e termico
  3. veicoli alimentati a g.p.l. o gas metano purché utilizzino per la circolazione dinamica rigorosamente solo g.p.l. o gas metano
  4. autobus adibiti al servizio pubblico di linea e turistici, scuolabus, taxi ed autovetture in servizio di noleggio con conducente
  5. veicoli di trasporto di pasti confezionati per le mense e le assistenze domiciliari
  6. veicoli al servizio di portatori di handicap – muniti di contrassegno – e di soggetti affetti da gravi patologie debitamente documentate con certificazione rilasciata dagli Enti Competenti (Strutture ospedaliere e Commissioni A.S.L.), ivi comprese le persone che hanno subito un trapianto di organi o che sono immunodepresse
  7. veicoli adibiti a compiti di soccorso, compresi quelli dei medici in servizio e dei veterinari in visita domiciliare urgente, muniti di apposito contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine
  8. veicoli con targa estera purché i conducenti siano residenti all’estero
  9. veicoli di servizio e veicoli utilizzati per assolvere ai compiti d’istituto delle Pubbliche Amministrazioni, compresa la Magistratura, dei Corpi e servizi di Polizia Locale, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, delle Forze Armate, degli altri Corpi armati dello Stato
  10. veicoli che trasportano farmaci, prodotti per uso medico e prodotti deperibili il cui trasporto non possa essere rinviato da provarsi con documento di trasporto
  11. veicoli utilizzati da persone che non possono recarsi al lavoro con mezzi pubblici a causa dell’orario di inizio o fine turno o del luogo di lavoro, limitatamente al percorso più breve casa-lavoro purché muniti di dichiarazione del datore di lavoro attestante la tipologia e l’orario di articolazione dei turni e l’effettiva turnazione
  12. veicoli di lavoratori limitatamente ai percorsi casa-1^ fermata (distante non meno di 900 metri) dal servizio di trasporto pubblico di linea, con le modalità previste dal titolo autorizzatorio
  13. veicoli degli ospiti delle strutture ricettive situate nell’area interdetta, limitatamente al percorso necessario all’andata e al ritorno dalla struttura ricettiva, il giorno dell’arrivo e il giorno della partenza, in possesso della copia della prenotazione
  14. veicoli che effettuano car-pooling, ovvero trasportano almeno tre persone a bordo se omologati a quattro o più posti oppure con almeno due persone a bordo se omologati a due posti
  15. veicoli che debbano recarsi alla revisione obbligatoria (con documenti dell’ufficio del Dipartimento di Trasporti Terrestri o dei Centri di Revisione Autorizzati) limitatamente al percorso strettamente necessario
  16. veicoli degli istituti di vigilanza privata compresi i portavalori
  17. autoveicoli o motoveicoli d’epoca e d’interesse storico e collezionistico ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs. n. 285/92 e s.m.i. “Nuovo Codice della Strada” (D.G.R.V. n. 4117/2007) in occasione di manifestazioni
  18. veicoli adibiti a cerimonie nuziali, battesimi, comunioni, cresime o funebri e al seguito, muniti di titolo autorizzatorio
  19. veicoli di sacerdoti e ministri di culto di qualsiasi confessione per le funzioni del proprio ministero, muniti di titolo autorizzatorio
  20. veicoli per il trasporto alle strutture sanitarie pubbliche o private per sottoporsi a visite mediche, cure ed analisi programmate (muniti di titolo autorizzatorio), nonché per esigenze di urgenza sanitaria da comprovare successivamente con il certificato medico rilasciato dal Pronto Soccorso
  21. veicoli dei donatori di sangue muniti di appuntamento/certificato per la donazione
  22. veicoli dei paramedici e dei tecnici ospedalieri in servizio di reperibilità, nonché i veicoli in uso a associazioni, Enti o istituti che svolgono servizio di assistenza sanitaria e/o sociale, muniti di titolo autorizzatorio
  23. veicoli utilizzati per particolari attività urgenti e non programmabili, per assicurare servizi manutentivi di emergenza, nella fase di intervento, muniti di titolo autorizzatorio
  24. veicoli utilizzati per assicurare la produzione e la distribuzione di energia nonché la gestione e la manutenzione dei relativi impianti, limitatamente a quanto attiene alla sicurezza degli stessi
  25. veicoli utilizzati per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani e speciali
  26. veicoli utilizzati per i servizi cimiteriali limitatamente al trasporto, ricevimento ed inumazione delle salme
  27. veicoli utilizzati per il servizio attinente alla manutenzione della rete stradale (ivi compreso lo sgombero delle nevi), idrica, fognaria e di depurazione
  28. veicoli partecipanti ai cortei del carnevale
  29. veicoli di pensionati in bassa fascia di reddito (ISEE inferiore a 16.700 Euro), muniti di titolo autorizzatorio e di copia dell’attestato ISEE in corso di validità
  30. veicoli di arbitri e commissari di gara impegnati in manifestazioni sportive limitatamente al percorso per raggiungere la sede di gara, muniti di titolo autorizzatorio

 



Rif. articolo sul sito del Comune di Verona: 

https://www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=56922

 

ALLEGATI:

Nome: Titolo autorizzatorio
Tipo: pdf
Dimensione: 144 KB
Descrizione:

Autocertificazione o titolo autorizzatorio

L'Ufficio Traffico e Mobilità ha predisposto un facsimile del modello di autocertificazione (o titolo autorizzatorio), disponibile in allegato o ritirabile all’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico in via Adigetto, 10.

In ogni caso, chiunque può scrivere la propria autocertificazione, purché contenga tutti gli elementi indicati qui sotto:

  • i dati anagrafici del conducente
  • gli estremi del veicolo/targa
  • le indicazioni dell'orario, del luogo di partenza e di destinazione
  • la motivazione del transito
  • la seguente formula: “Il/La sottoscritto/a è a conoscenza delle conseguenze penali che derivano, ai sensi dell'art.76 del Testo Unico sull'autocertificazione, qualora la presente dichiarazione risultasse mendace a seguito dei controlli che il competente ufficio si riserva di eseguire in forza dell'art. 43 dello stesso Testo Unico.”

L'autocertificazione deve essere esibita agli organi di polizia stradale che ne facciano richiesta.

Chi circola in base della deroga n. 29 (pensionati in bassa fascia di reddito - ISEE inferiore a 16.700 euro), deve essere munito, oltre che del titolo autorizzatorio, di copia dell’attestato ISEE in corso di validità.


Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Autofil snc di Filippozzi Mirco e Roberto - Via dell'artigianato - 37030 Badia Calavena (VR) - Tel 045 6510104 Fax 045 6512519 - P.Iva 03205460235