Comune di Verona - Circolazione limitata per i veicoli 2016-2017

Comune di Verona – Divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti 2017-2018

Entra in vigore lunedì 16 ottobre 2017 il divieto di circolazione nel Comune di Verona dei veicoli appartenenti alle classi fino a Euro 1 Benzina ed Euro 2 Diesel

Con Ordinanza n.51 del 10 ottobre 2017 il Sindaco ha stabilito le misure per contenere i fenomeni di inquinamento atmosferico nel periodo dal 15 ottobre 2017 al 15 aprile 2018.

Entra in vigore lunedì 16 ottobre 2017 su tutto il territorio comunale
il divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti.

Mezzi destinatari del divieto:

  • Benzina …………………. euro 0 – euro 1
  • Diesel …………………… euro 0 – euro 1 – euro 2
  • Moto/ciclomotori ………… euro 0

>> Controlla a quale categoria (EURO 0, EURO 1, EURO 2, EURO 3, EURO 4, EURO 5 O EURO 6) appartiene il tuo veicolo <<

Periodo di limitazione:

  • dal 16 ottobre 2017 fino al 15 aprile 2018
    escluse giornate festive infrasettimanali

Giorni e orari: 

  • le limitazioni alla circolazione si applicano dal lunedì al venerdì
    dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15 alle ore 18

I veicoli dei pensionati in bassa fascia di reddito (ISEE inferiore a 16.700 euro), potranno circolare muniti di titolo autorizzatorio e di copia dell’attestato ISEE in corso di validità.

 


» Quando non si può circolare
» Chi non può circolare
» Chi può circolare
» Dove non si può circolare
» Dove si può circolare
» Sanzioni
» Deroghe
» Titolo autorizzatorio o autocertificazione

Quando non si può circolare

Il divieto di circolazione dei veicoli più inquinanti, nelle giornate dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle ore 15 alle 18, (libera circolazione dalle 12.30 alle 15) riguarda il seguente periodo:

  • dal 16 ottobre 2017 al 15 aprile 2018
    con esclusione delle festività infrasettimanali

Chi non può circolare

Non possono circolare:

  • autoveicoli a benzina euro 0 ed euro 1 (classificati come categoria M ai sensi dell’art. 47 del Nuovo Codice della Strada) non rispondenti alle direttive 51/542/CEE punto 6.2.1.B, 94/12/CE e superiori e non adibiti a servizi e trasporti pubblici
  • autoveicoli diesel euro 0, euro 1 ed euro 2 (classificati come categoria M ai sensi dell’art. 47 del Nuovo Codice della Strada) non rispondenti alle direttive 98/69/CE e superiori e non adibiti a servizi e trasporti pubblici
  • motoveicoli e ciclomotori non omologati ai sensi della direttiva 97/24/CE ed il cui certificato di circolazione o di idoneità tecnica sia stato rilasciato in data antecedente al 1 gennaio 2000, come individuati agli artt. 52 e 53 del “Nuovo Codice della Strada” – D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e s.m.i., non adibiti a servizi e trasporti pubblici

>> Controlla a quale categoria (EURO 0, EURO 1, EURO 2, EURO 3, EURO 4, EURO 5 O EURO 6) appartiene il tuo veicolo <<


Chi può circolare

Possono circolare:

  • autoveicoli a benzina almeno euro 2, cioè le autovetture generalmente immatricolate dall’1/01/1997
  • autoveicoli diesel almeno euro 3, cioè le autovetture generalmente immatricolate dall’1/01/2001
  • motoveicoli e ciclomotori almeno euro 1, conformi alla direttiva 97/24 CE

Possono circolare anche le categorie di veicoli escluse dall’applicazione dell’ordinanza
vai alle deroghe

Anche i veicoli sottoposti con esito positivo al controllo dei gas di scarico in sede di revisione obbligatoria periodica del mezzo sono soggetti alle presenti misure di limitazione della circolazione stradale.


Dove non si può circolare

Le disposizioni si applicano a tutto il territorio comunale, con le eccezioni sotto riportate.

Dove si può circolare

E’ consentita la circolazione esclusivamente sui seguenti tratti stradali:

  • Tangenziale Est (da Via Valpantena all’altezza dello svincolo di Poiano fino al raccordo verso il casello autostradale di Verona Est e la vicina Tangenziale Sud)
  • Tangenziale Sud (dal raccordo del casello autostradale di Verona Est sino a quello del casello di Verona Nord)
  • Tratti autostradali ricadenti in territorio comunale
  • Itinerario verso la Fiera di Verona, limitatamente al seguente percorso: uscita dalla tangenziale sud, casello Autostradale di Verona Sud, viale delle Nazioni, largo del Perlar, viale del Lavoro fino al piazzale della Fiera, per il percorso più breve (in andata e ritorno) compresa l’area di parcheggio di via Scopoli
  • Itinerario verso i parcheggi dello Stadio comunale “Marcantonio Bentegodi” e del Palazzetto dello Sport “Città di Verona” limitatamente al seguente percorso: casello autostradale di Verona Nord lungo la Mediana di Verona con uscita obbligatoria allo svincolo che conduce ai parcheggi dello Stadio (in andata e ritorno)

Sanzioni

Chiunque vìoli le disposizioni relative al divieto di circolazione di cui al presente provvedimento, è soggetto alla sanzione amministrativa di cui all’art. 7 comma 13-bis del decreto legislativo 30 aprile 1992 n. 285 “Nuovo Codice della Strada”, introdotto dall’art. 2 della Legge n. 120/2010 “Diposizioni in materia di sicurezza stradale – Modifiche al Codice della Strada”, che prevede il pagamento di una somma da 164 euro a 664 euro.

Nel caso di reiterazione della violazione nel biennio, la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da quindici a trenta giorni ai sensi delle norme di cui al Capo I, sezione II, del titolo IV dello stesso Codice della Strada.

Chiunque vìoli le rimanenti disposizioni è soggetto alla sanzione amministrativa ai sensi dell’art. 7 bis del D. Lgs. 267/2000.



Rif. articolo sul sito del Comune di Verona: 

http://www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=56921

ALLEGATI:

Nome: Comune di Verona - Ordinanza n.51 del 10 ottobre 2017
Tipo: pdf
Dimensione: 6 MB
Descrizione:

Ordinanza n.51 del 10 ottobre 2017 - Misure per contenere i fenomeni di inquinamento atmosferico nel periodo dal 15 ottobre 2017 al 15 aprile 2018


Nome: Comune_Verona_titolo_autorizzatorio_Mod-CERT01-2004
Tipo: pdf
Dimensione: 144 KB
Descrizione:

Autocertificazione o titolo autorizzatorio

Per il transito nel Comune di Verona così come previsto dalle deroghe, nelle ordinanze di limitazione al traffico in vigore.

L'Ufficio Traffico e Mobilità ha predisposto un facsimile del modello di autocertificazione (o titolo autorizzatorio), disponibile in allegato o ritirabile all’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico in via Adigetto, 10.

In ogni caso, chiunque può scrivere la propria autocertificazione, purché contenga tutti gli elementi indicati qui sotto:

  • i dati anagrafici del conducente
  • gli estremi del veicolo/targa
  • le indicazioni dell'orario, del luogo di partenza e di destinazione
  • la motivazione del transito
  • la seguente formula: “Il/La sottoscritto/a è a conoscenza delle conseguenze penali che derivano, ai sensi dell'art.76 del Testo Unico sull'autocertificazione, qualora la presente dichiarazione risultasse mendace a seguito dei controlli che il competente ufficio si riserva di eseguire in forza dell'art. 43 dello stesso Testo Unico.”

L'autocertificazione deve essere esibita agli organi di polizia stradale che ne facciano richiesta.

Chi circola in base della deroga n. 29 (pensionati in bassa fascia di reddito - ISEE inferiore a 16.700 euro), deve essere munito, oltre che del titolo autorizzatorio, di copia dell’attestato ISEE in corso di validità.


Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Autofil snc di Filippozzi Mirco e Roberto - Via dell'artigianato - 37030 Badia Calavena (VR) - Tel 045 6510104 Fax 045 6512519 - P.Iva 03205460235